Calunnie, diffamazioni, disinformazione, mistificazione, terrorismo…

Radio Radicale dà la parola a Marino Maglietta, definito il padre del ddl 957.

Padre, una parola che porta con sé un grande bagaglio emotivo: il ddl 957 non è un semplice disegno di legge, è la creatura di Marino Maglietta; come una leonessa difende il suo piccolo, il Dottor Maglietta difende la sua creatura con le unghie e con i denti, e rilascia pesanti dichiarazioni:

Sono molto preoccupato per il clima da guerre di religione…  un’altra diffamazione, veramente ci sarebbero elementi da querela, è sostenere che l’affidamento condiviso è una iniziativa maschilista … che sanzionare le manipolazioni vuol dire consegnare i figli ai pedofili…   sono delle aberrazioni non so fino a che punto ingenue…

Noi invitiamo sempre chi la pensa diversamente, a me non mi invitano nemmeno quando fanno un convegno a Firenze, siamo tornati ai tempi di Stalin dove l’avversario non deve parlare.

Alessio Cardinale di ADIANTUM aggiunge: Giornali che dovrebbero essere seri, da Repubblica e Manifesto per esempio, ospitino senza possibilità di contraddittorio commenti da gente discutibile …

Se si scorre il blog Antiviolenza de Il manifesto, si possono leggere la gran quantità di commenti in favore della creatura di Marino Maglietta.

Sul fatto che alcuni commenti possano essere definiti come di gente discutibile, non ci sono dubbi, ma non sono quelli contro il ddl 957, come vorrebbero lasciar intendere questi signori, bensì i commenti offensivi contro la giornalista Luisa Betti, che chiunque può ancora leggere in calce agli articoli nel blog della suddetta.

Commenti che la definiscono incompetente, razzista, nazista addirittura: tutti pubblicati, in virtù del diritto alla libera espressione del pensiero. Libera espressione del pensiero nella quale la giornalista de Il Manifesto crede a tal punto da tollerare gli attacchi personali di persone incapaci di esprimersi in maniera urbana.

Di fronte a questa grande dimostrazione di civiltà della giornalista Luisa Betti – e del giornale Il Manifesto – il Dottor Maglietta e il signor Cardinale di Adiantum rispondono lamentando l’assenza di contraddittorio.

Perché il Dottor Marino Maglietta sente il bisogno di mentire?

La sua creatura è in pericolo. Vogliono mutilare il suo amato disegno di legge. In Senato non è stato accolto come si aspettava: come è possibile? Il “vero” affido condiviso!

Addirittura uno dei punti più amati, la cosiddetta Sindrome da Alienazione Genitoriale, è stata collegata ad alcune preoccupanti affermazioni del suo creatore, il Dottor Richard Gardner:

Egli (il padre pedofilo) deve essere aiutato a capire che, ancora oggi [la pedofilia nds], è una
pratica diffusa e accettata letteralmente da miliardi di persone. Egli deve arrivare a capire che in particolare nella nostra civiltà occidentale si osserva un atteggiamento molto punitivo e moralista verso quel tipo di inclinazioni. Siamo cresciuti in una società in cui la pedofilia è fortemente scoraggiata e addirittura condannata.
…Egli [il padre abusante nds] è stato nuovamente sfortunato relativamente al tempo ed al luogo nel quale è nato per quello che riguarda l’atteggiamento socialedella pedofilia …”. ….Tali padri possono razionalizzare che la pedofilia è un’antica tradizione,una pratica diffusa nel mondo, e che non c’è nulla per cui bisogna sentirsi in colpa. Tali padri devono essere aiutati a capire che anche se ciò che dicono su questo punto è vero, ciò non giustifica che ciò si possa praticare nella nostra società, anche se la nostra società reagisce in maniera esagerata a tali comportamenti…

Come difende la PAS, il Dottor Maglietta? Sostenendo che il parlare dell’evidente difesa della pedofilia contenuta nei testi del Dottor Gardner è una aberrazione.

Sarò poco ingenua, ma a me sono le affermazioni del Dottr Gardner che sembrano aberranti.

Queste frasi non sono inventate, sono pubblicate, dalla casa editrice del Dottor Gardner, la Creative Therapeutics.

Queste frasi, inserite in un diverso contesto, risulterebbero sempre e comunque come una difesa della pedofilia; della pedofilia in generale, e del padre pedofilo in particolare.

Esattamente, in che termini il Dottor Marino Maglietta pensa di presentare una querela? E come mai non l’ha ancora presentata?

E’ da tempo che il Dottor Andrea Mazzeo, psichiatra, risponde a Marino Maglietta sostenendo a gran voce l’insostenibilità scientifica di una Sindrome da Alienazione Genitoriale… Non ha forse avuto tempo, negli ultimi due anni, di rivolgersi ad un legale per tutelare la sua creatura da questi aberranti attacchi?

A me sembra proprio che sia il tono dei sostenitori del ddl 957 ad essere riconducibile alle guerre di religione: Marino Maglietta è il padre, il suo disegno di legge è l’unico vero, tutti quelli che non accettano il verbo così com’è sono aberranti (aberrante: che devia dalla norma, che si contraddistingue per una stranezza incomprensibile o deleteria).

La riforma del sistema giudiziario tanto auspicata dai sostenitori del ddl 2454-957 finirà col proporre un nuovo Tribunale dell’Inquisizione?

Annunci

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in affido e alienazione genitoriale, attualità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...