La bellezza è negli occhi di chi guarda, diceva mia nonna

Una ragazza svedese, Linda-Marie Nilsson, si è chiesta: è vero che solo le ragazze snelle possono ricevere complimenti? E ha deciso di cercare la risposta con un esperimento: ha pubblicato la sua foto in bikini su Facebook

Linda Marie Nilsson

e in pochi giorni ha raggiunto la cifra di più di 80.000 likes.

Certo, non tutti i commenti sono positivi, ma la maggioranza lo sono, e Linda-Marie dichiara:  “Ho pianto quando ho letto le e-mail di ragazzi e ragazze che non accettavano il proprio corpo e soffrivano, Mi rende così triste il fatto che ci siano persone che si vergognano del proprio corpo. Ho odiato il mio corpo, l’ho maledetto e adesso voglio dimostrare che è possibile amarsi.”

Davvero è possibile accettarsi in un mondo in cui la magrezza è un valore?

prendiamo una pubblicità che, tempo fa, ha fatto scalpore:

Capture1

Se ci sono due ragazze, una magra e una grassa, gli uomini guarderanno sicuramente quella magra. La ragazza grassa è brutta perché grassa. La ragazza grassa, poiché è brutta, può anche essere umiliata senza che questo comporti sensi di colpa: ti uso, le dice l’ “amica” magra, per apparire ancora più attraente. L’essere brutti e grassi comporta una sorta di “disumanizzazione”: non sei un essere umano degno di rispetto, sei inferiore, e per questo posso usarti, without guilt.

Eppure Linda-Marie e gli 80.000 che hanno visitato la sua pagina Facebook non ci stanno.

Lasciamo le belle donne agli uomini senza immaginazione, diceva Marcel Proust. Lasciamo questa idea preconfezionata di bellezza agli uomini e alle donne senza immaginazione, dico io, e riprendiamoci il diritto di scegliere da soli cosa ci piace e cosa no.

Annunci

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in attualità, in the spider's web e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La bellezza è negli occhi di chi guarda, diceva mia nonna

  1. Paolo1984 ha detto:

    Allora, se un uomo trova più attraenti le ragazze snelle o “normopeso” (e io sono fra questi e ritengo di avere immaginazione con buona pace di Proust) non gliene si può fare una colpa, certo non c’è alcun bisogno di insultare o umiliare chi non si trova attraente. Ci sono anche ragazzi che trovano attraenti le ragazze come Linda Marie la quale peraltro non è così grassa (almeno in questa foto non sembra tale), è semmai robusta, molto formosa…non mi stupisce affatto che molti ragazzi la trovino attraente e clicchino “mi piace”..l’ho fatto anch’io proprio perchè penso che faccia bene ad essere fiera del suo corpo e mostrarlo come farebbe bene una ragazza o un ragazzo più magri
    Ogni cultura in ogni epoca ha i suoi canoni di bellezza maschile e femminile ed anche ogni persona ha i suoi gusti estetici, io ho il fisico esile, un po’ di pancetta e muscoli flaccidi..certamente ci saranno ragazze che mi trovano sessualmente attraente, ma non è che quelle che non mi trovano bello fisicamente mi stanno offendendo. Sono gusti, e come ho detto non c’è alcun bisogno di trattare male qualcuno solo perchè fisicamente non ti piace..solo non puoi far finta di essere attratto se non lo sei.
    Oltretutto l’essere grassi, specie quando sfocia in obesità (e non è il caso di Linda), non è solo un inestetismo, ma anche un problema per la salute questo non va negato
    Inoltre la bellezza, anche fisica ha varie sfaccettature, e tua nonna ha senz’altro ragione.

    • Paolo1984 ha detto:

      “la quale peraltro non è così grassa (almeno in questa foto non sembra tale)”

      anzi più la guardo e più mi convinco che Linda non è grassa per niente, è giusto un po’ larga di fianchi (forse) ma ripeto, ci sono molti uomini a cui non disturba affatto (personalmente per dire se la trovo attraente o no, ammesso che i miei gusti estetici valgano qualcosa più dei tuoi o di chiunque altro, avrei bisogno di vedere il suo viso)

  2. Assolutamente Paolo, nessuno potrebbe mai condannarti per ciò che ti piace!
    Ma ti condannerei se ti divertissi ad umiliare chi non incontra i tuoi gusti…
    Mia nonna diceva un sacco di cose sagge, ma questa non è del tutto farina del suo sacco, visto che già i latini dicevano de gustibus non disputandum!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...