APPELLO AI LETTORI

Stamattina qualcuno mi ha contattato, offeso per dei commenti nei confronti del mio lavoro.

Voglio dire innanzi tutto che il vostro affetto mi commuove (come se non mi fossi commossa abbastanza in questi giorni…).

Ma voglio anche pregarvi di non rispondere a chi si sente di criticare queste pagine.

Non sto cercando di limitare la vostra di libertà, naturalmente, ma vi chiedo un favore.

Il post criticato è un post molto personale, perché parlo dei miei sentimenti. Lasciarsi andare è rischioso, lo sapevo, ma ho scelto di farlo lo stesso, perché ne avvertivo l’esigenza.

E’ un post che, oltre a raccontarvi un po’ di me, voleva raccogliere una testimonianza e restituirvi una storia: spero che l’abbiate letta e che, come me, vi siate commossi.

Non lasciamo che quella storia finisca oscurata da polemiche che non la riguardano, non lasciamo che diventi solo uno spunto per alimentare un dibattito nel quale, in questo momento, non ho tempo né voglia di essere coinvolta.

Per rispetto alla storia di Antonella Penati vi prego di non replicare.

Colgo l’occasione per ringraziarvi per quella che, stamattina, ho considerato a tutti gli effetti una manifestazione di amicizia.

Non ci siamo mai visti, non ci siamo ancora stretti la mano, ma spero possa succedere presto.

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in le persone che stimo, riflessioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a APPELLO AI LETTORI

  1. Paolo1984 ha detto:

    io leggo i tuoi post e leggo quelli dei tuoi critici chi ti accusa di “sacralizzare” il materno o di “incatenare” le donne al ruolo di madre secondo me non capisce.

    • Paolo1984 ha detto:

      non capisce che si stanno raccontando delle storie, e nessuno su questo blog vuole obbligare nessun’altro a essere madre o a esselo in un certo modo

    • Paolo1984 ha detto:

      storie che hanno riscontri nel reale così come altre storie, diverse

      • Io messo il link ad una testimonianza, più che a una storia nuda e cruda. Volevo che si percepisse la carica emotiva che ho percepito io. Era un post personale per quello, perché voleva narrare non solo una serie di eventi, ma le sensazioni e i sentimenti che quel racconto aveva provocato in me. Perché ieri ero un po’ provata da tante emozioni e perché sono una persona, non un pezzo di ghiaccio. Grazie per la solidarietà.

      • Paolo1984 ha detto:

        capisco. Non c’è bisogno di ringraziare, io scrivo sempre ciò che penso

  2. white ha detto:

    hai tutto il mio supporto per la persona intelligente e onesta quale sei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...