Misoginia nel web V: gli standard di facebook

Standard della comunità di facebook:

Contenuti che incitano all’odio: Facebook non consente i contenuti che incitano all’odio, ma attua una distinzione tra contenuti seri e meno seri. Se da un lato incoraggiamo gli utenti a mettere in discussione idee, eventi e linee di condotta, non consentiamo la discriminazione di persone in base a razza, etnia, nazionalità, religione, sesso, orientamento sessuale, disabilità o malattia.

Contenuti grafici: Le persone usano Facebook per condividere eventi attraverso foto e video. Comprendiamo che i contenuti visivi costituiscono una componente fondamentale dei fatti di attualità; tuttavia, essi devono rispettare le esigenze di una vasta comunità. La condivisione di contenuti grafici per piacere sadico è vietata.

Se vedi qualcosa su Facebook che ritieni essere una violazione dei nostri termini, puoi inviarci una segnalazione. Ti facciamo notare che la segnalazione di un contenuto non ne garantisce la rimozione dal sito.

Data la diversità della nostra comunità, è possibile che qualcosa che ai tuoi occhi appare inaccettabile o fastidioso non debba necessariamente essere rimosso o bloccato in base ai nostri criteri in materia. Per questo motivo offriamo anche delle impostazioni personali che consentono agli utenti di scegliere cosa vedere: ad esempio, hai la possibilità di nascondere o tagliare i rapporti con persone, Pagine o applicazioni che ritieni offensive in modo semplice e discreto.

Aggiungo la definizione di incitare, da dizionario: [dal lat. incitare, comp. di in1 e citare «stimolare» frequent. di cire, ciere «muovere»]  – Stimolare una persona o un animale a fare qualcosa, facendo nascere o alimentando (con le parole, con l’esempio, con gli atti) lo stimolo che spinge all’azione o a un determinato comportamento.

Sulla base di questi presupposti l’altro giorno ho segnalato questa immagine:

rap

Lei sorride e fiduciosa appoggia una mano sulla spalla di lui… ma detesta il rapper Eminem.

E lui, invece di rispondere “Ma come mai?” o “L’hai mai ascoltato veramente?” oppure, magari con tono scocciato, “Non capisci niente di musica!”…

rapscreenL’immagine non viola gli stardard sui contenuti che incitano all’odio.

Forse prendere a cazzotti qualcuno che non condivide i nostri medesimi gusti musicali non è discriminante: quelli che non amano Eminem vanno eliminati. Fisicamente.

Oppure prendere a cazzotti qualcuno non implica necessariamente dell’odio (sentimento di forte e persistente avversione, per cui si desidera il male o la rovina altrui; o, più genericamente, sentimento di profonda ostilità e antipatia).

A leggere i giornali, potremmo decidere addirittura che si tratta di amore: una follia d’amore. Gli uomini sono fatti così… vengono colti da ingestibili raptus di violenza.

Se non colgo il lato divertente della vignetta (perché tutto potrebbe spiegarsi con la distinzione tra contenuti seri e meno seri), probabilmente è perché ho sempre frainteso il significato del termine sadismo: crudeltà mentale fine a se stessa, consistente nel gusto sottile di fare e vedere soffrire gli altri, di punzecchiarli e tormentarli con parole o azioni che irritino o comunque mettano a disagio senza alcuna necessità e giustificazione.

O forse facebook ritiene che quando si viene presi a cazzotti non si soffre.

Non saranno ancora entrate in vigore le nuove linee guida?

Annunci

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in attualità, in the spider's web, riflessioni, società e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...