La casa

marital_homeLa notizia: il senatore repubblicano Richard J. Ross ha presentato un progetto di legge che recita

in caso di divorzio o separazione che coinvolge bambini e una casa di proprietà, quel genitore che ottiene la casa coniugale non può avviare una relazione sentimentale o sessuale all’interno della casa finché la causa di divorzio e le dispute sul mentanimento e l’affidamento non sono sono giunte a conclusione, a meno di non ottenere l’espresso consenso del Giudice.

Questa proposta di legge sta giustamente facendo molto scalpore, perché esplicitamente mette in relazione il possesso di beni materiali (la casa coniugale) con il controllo sulla vita dell’ex partner.

La possibilità di intraprendere una relazione o di avere relazioni sessuali non è infatti messa in relazione con il benessere dei minori coinvolti (seppure sono menzionati), ma con il diritto di continuare a risiedere nell’abitazione in cui si viveva durante la relazione/il matrimonio.

Il genitore che, a seguito della separazione, abbandona il tetto coniugale, infatti, non è sottoposto a nessuna restrizione: sulla base di un simile progetto di legge potrebbe sentirsi autorizzato ad avere rapporti sessuali con i propri figli nella stessa stanza, se questa stanza non si trovasse nella casa in cui viveva prima della separazione (non diamo il buon sesno troppo per scontato…)

Quello che si propone è, in parole povere, una sorta di “baratto”: se ottieni il privilegio di continuare ad abitare in quella che era la tua casa, devi rinunciare al tuo diritto di avere una vita sessuale e/o sentimentale.

Tutto questo, è chiaro, non ha nulla a che fare con il superiore interesse del minore coinvolto in una separazione o un divorzio.

la casa

La casa – parte II

Annunci

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in affido e alienazione genitoriale, attualità, giustizia, notizie, riflessioni, società e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a La casa

  1. IDA ha detto:

    Sarebbe interessante conoscere le motivazioni, che porta il senatore Ross..Per un progetto di legge tipo questo.. si capisce che il bene del minore non interessa..ma è ben chiaro la difesa del patrimonio, e il ricatto e il controllo sessuale del coniuge più debole.. che schifo!

  2. Il Rasoio di Occam ha detto:

    “a meno di non ottenere l’espresso consenso del Giudice.” 😕
    Bisogna ottenere il permesso del giudice per fare sesso? E come si ottiene? Bisogna presentargli/le il fidanzato? Chiamare a testimoniare ex, parenti e amici (“Da uno a dieci quanto fa rumore la signora durante l’orgasmo?”) ? Dimostrare di avere la serratura alla porta della camera da letto? Timbrare il cartellino dopo ogni rapporto per dimostrare che i figli non sono in casa? E l’ex ti può mandare a casa la scientifica alla ricerca di preservativi usati tra i cuscini del salotto?

    Santo Orwell 😯

  3. winola ha detto:

    Mia madre ha posto una questione: ma se sesso lo fanno in giardino va bene? (Siamo entrambe dell’opinione che a volte riderci su sia la miglior terapia possibile!)
    Battute a parte, da storica, ha fatto un’osservazione interessante: la legge in passato prevedeva in che la vedova potesse restare nella casa coniugale solo se restava “onesta”, che in pratica vuol dire solo finché non avesse instaurato un’altra relazione, o la casa tornava alla famiglia del defunto marito.
    Era, nella pratica, un modo per proteggere il patrimonio, esattamente come lo è questa proposta, oltre che essere un modo per controllare la vita del ex partner (e le storielle della tutela del minore possono raccontarsele tra loro, che non ci credo neanche un po’)…
    Che dire, nulla di nuovo sotto il sole…

  4. nunzia ha detto:

    chiedo la cancellazione dell’invio mail,grazie!

    Il 25.03.2014 09:36

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...