Violenza omofoba

In uno dei miei (rari, per fortuna) momenti di masochismo, ho fatto un giro sulla pagina facebook “No ai matrimoni gay”, una comunità di gente che afferma (cito uno dei post):

In Italia, lo ribadiamo da tempo, non esiste alcuna “emergenza omofobia” e dunque nessuna giustificazione per una legge che ha l’unico scopo di introdurre un reato d’opinione per chi sostiene un punto di vista differente a quello del movimento omosessuale.

Peccato che proprio i contenuti della pagina dimostrino che una emergenza omofoba c’è, eccome se c’è.

Questa gente è violenta.

Vi faccio un esempio.

E se fosse tuo fratello” è uno degli slogan creati per la giornata mondiale contro l’omofobia; sui manifesti compariva anche un ragazzo con vistosi lividi sul volto. Alcuni commenti della pagina “No ai matrimoni gay”:

violenza_omofoba

Un eventuale fratello gay lo picchierebbero. Gliene darebbero tante. La cosa li diverte pure. E uno di questi potenziali picchiatori è proprio l’amministratore della pagina.

Sono nauseata, davvero.

Advertisements

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in in the spider's web, riflessioni, società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Violenza omofoba

  1. winola ha detto:

    Ci sono entrata una volta per curiosità e pure a me ha dato la nausea.
    Una pagina disgustosa, che trasuda di odio e ignoranza.

  2. maria serena ha detto:

    anch’io

  3. IDA ha detto:

    Confermo, siete masochiste! 🙂 Capitava anche a me, quando accedevo a facebook, di andare a cercare pagine che sapevo già in partenza che non avrei condiviso nemmeno la punteggiatura, con l’aggravante che io non riuscivo a stare zitta, dovevo intervenire, e ciò incideva alla già precaria condizione del mio fegato.. A parte questo, credo che sia importante, sapere quello che dicono quando sono nel loro ambiente naturale… tra di loro.

    • Addirittura intervenire! Come mettersi a discutere con uno squalo che ha fiutato il sangue…

      • winola ha detto:

        Pure io inervenivo fino a qualche tempo fa, poi mi sono scocciata, ormai rispondo solo se vengono a rompere in casa mia…
        Però l’osservazione del comportamento di queste persone su social network è sociologicamente interessante, potrei farci una tesi con tutto il materiale che ho raccolto negli ultimi mesi.

      • A parte gli scherzi, non saprei neanche neanche come intervenire. Che cosa si può replicare, ad esempio, a messaggi del genere? Che cosa si può dire a qualcuno che picchierebbe un altro essere umano solo perché omosessuale? A parte “vergogna!”, ovviamente. Questi sono sentimenti violenti, non argomenti, sono immotivati, irrazionali, non se ne può discutere. Si può solo condannarli, senza appello.

        “Mi rifiuto di chiamare opinione una dottrina che prende di mira espressamente persone determinate, che tende a sopprimere i loro diritti e a sterminarle: è innanzitutto una passione, un sentimento di odio o di collera”, scriveva Jean Paul Sartre a proposito degli antisemiti. Delle opinioni si può discutere. Con persone dominate dalla collera non ha senso parlare…

      • winola ha detto:

        Nient’altro, direi. O almeno, io non ho mai trovato altro modo di rispondere se non “vergognati che sei un essere umano disgustoso e senza un briciolo di rispetto per il prossimo”.
        Ovviamente rispondevo ad altri tipi di commenti, quelli che fanno disinformazione scientifica, tipo quelli sulle terapie riparative o sul fatto che l’HIV la prendono solo i gay eccetera eccetera…
        Non tanto per loro, ma per chi capitava per caso sulla pagina, in modo che potesse farsi una sua opinione sentendo tutte le campane. Poi mi sono resa conto che è inutile, quelle pagine sono frequentate solo da persone che hanno tutte la stessa ideologia e lo stesso odio per il diverso. Le persone con un minimo di voglia di dialogare e che vogliono farsi una propria opinione cercando informazioni serie (ad esempio sull’adozione per le coppie omosessuali e sulle possibili influenze sullo sviluppo del bambino, argomento a cui moltissime persone si stanno interessando e su cui viene fatta pochissima informazione dai media tradizionali) dopo una sommaria sfogliata vanno altrove…
        Anche perché ho notato che chiunque provi a dialogare viene immediatamente aggredito con insulti e volgarità varie, pure se magari ha solo detto: “ho letto questo, che ne pensate?”.

      • Le terapie riparative! E’ incredibile constatare quanti illustri professionisti si dichiarino “guaritori” di omosessuali. https://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2014/02/20/i-riparatori/

      • IDA ha detto:

        No!! Non di questo tipo.. ricordo di essere stata su pagine della lega, in una che si chiamava Nofemminismo, che credo esista ancora perchè con il suo logo interviene con i commenti sul fatto.. appunto i commenti sul fatto, sembra che commentino solo i sessisti, maschlisti, omofobi, inizialmente intervenivo, poi ho rinunciato.. ma stò parlando di un paio di anni fa..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...