Jerry was a man

masters-science-fiction07

“Masters of science fiction” è una mini serie-televisiva composta da 6 episodi, ognuno tratto da un racconto di fantascienza. La serie che è andata in onda sulla ABC nel 2007 e che è stata interrotta per via dei bassi ascolti.

Per caso mi è capitato di vedere il secondo episodio, dal titolo “Jerry era un uomo”.

Diretto da Michael Tolkin, “Jerry era un uomo” è basato su un racconto di Robert Heinlein tratto dall’antologia “Missione nell’eternità” del 1947, ma della storia originale è rimasto ben poco; il Jerry di Heinlein è una scimmia modificata geneticamente per svolgere le mansioni di un domestico, mentre il Jerry dello schermo è un “antropode”, poche cellule di DNA cresciute in un feto e fuse con molecole di plastica.

La vicenda si svolge nel 2077, un futuro in cui è possibile e permessa ogni genere di manipolazione gentica e gli antropodi sono venduti per i più svariati usi. Jerry è uno sminatore: queste creature – considerate prive di coscienza di sé – vengono lasciate vagare sui terreni minati finché non esplodono, eliminando con la loro morte ogni pericolo per i “veri” esseri umani.

I coniugi Van Vogel sono la settima coppia più ricca del mondo. Si recano alla Controlled Genetics per acquistare un pegaso, un cavallo alato con il quale impressionare gli amici del circolo dei ricconi annoiati, e finiranno per acquistare un piccolo elefante in miniatura. Durante la visita ai laboratori, la signora Van Vogel prende a cuore il caso di Jerry, restituito alla ditta produttrice e destinato a diventare cibo per cani, perché ritenuto non più utile. Decide di portarselo a casa e finisce con l’intentare una causa in tribunale affinché a Jerry vengano riconosciuti diritti analoghi a quelli degli esseri umani.

La parte veramente interessante di questo mini-film è proprio il contenzioso. Per dimostrare che Jerry è “umano”, l’avvocato ingaggiato dalla signora Van Vogel presenta alla giuria tre aspetti che distinguerebbero Jerry dagli altri “androidi biologici” in commercio: il primo tratto distintivo è che Jerry è in grado di cantare (questo aspetto è l’unico presente anche nel racconto originale); il secondo è che è in grado di mentire allo scopo di ottenere una sigaretta (Jerry è infatti un accanito fumatore); la terza ed ultima prova presentata in aula consiste in un video in cui si vede Jerry all’opera in un campo minato: mentre gli altri si dimostrano indifferenti al crudele destino cui sono condannati e si limitano a seguire il percorso loro assegnato, lui per salvarsi la vita spinge un suo simile sulla mina alla quale era destinato.

L’ “umanità” di Jerry, quindi, risiederebbe nella sua capacità di manipolare un altro essere vivente allo scopo di guadagnare un meschino piacere personale e nel considerare la propria vita più importante di quella dei suoi simili, la morte dei quali non gli procura alcun turbamento.

La giuria è d’accordo e Jerry si guadagna così lo status di “essere umano”. Nulla cambia, naturalmente, per gli altri “prodotti” di carne e plastica.

Ogni volta che sento qualcuno pronunciare l’aggettivo “disumano”, mi torna in mente questo episodio.

Annunci

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in recensioni scadute, riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Jerry was a man

  1. Paolo ha detto:

    in effetti anche queste sono caratteristiche presenti negli esseri umani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...