Federico nel cuore

federico nel cuoreFederico nel cuore è l’associazione voluta da Antonella Penati in memoria di suo figlio Federico, ucciso a soli 8 anni e mezzo dal padre in ambito protetto,  nel Comune di San Donato Milanese.

L’Associazione si propone di sostenere iniziative a favore di bambini e donne maltrattati.

Tra le sue iniziative, vi ricordo la proposta di istituire una Giornata Nazionale contro il figlicidio.

Le persone che avrebbero dovuto proteggere Federico all’interno dei locali del centro socio sanitario di via Sergnano sono state tutte assolte dall’accusa di essere “venute meno all’obbligo di garanzia nei confronti del bambino“.

Per questo motivo Antonella Penati farà ricorso alla Corte dei diritti umani di Strasburgo. E’ in corso una campagna di raccolta fondi per finanziare la battaglia ingaggiata affinché Federico ottenga giustizia, alla quale vi invito a partecipare.

Federico Barakat è stato ucciso da un uomo più volte segnalato come disturbato e violento, mentre gli appelli della madre venivano accolti dalla totale indifferenza di quelle stesse istituzioni che si arrogano il diritto di stabilire in cosa consista il “superiore interesse del minore”.

La morte di Federico ci riguarda tutti, perché non possiamo accettare che un bambino venga barbaramente ucciso nel luogo che si pretende deputato alla tutela dei bambini senza che alle persone preposte a vigilare venga imputata nessuna responsabilità per quanto accaduto.

Per approfondire:

Federico Barakat se l’è cercata la morte, a 8 anni‏

Storia di Federico, ucciso da suo padre in un colloquio «protetto»

Federico Barakat, la sua morte e la sentenza ingiusta della Cassazione

Federico Barakat ucciso dal padre e il ruolo dei servizi sociali

I bambini devono essere ascoltati

Che cosa possiamo fare per Antonella Penati

Annunci

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in affido e alienazione genitoriale, attualità, giustizia, politica, società e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Federico nel cuore

  1. Monica ha detto:

    lo farò! grazie per la segnalazione!

  2. primavera ha detto:

    Aiutare antonella significa aiutare tutti i bambini in situazioni a rischio..
    il mio 5×1000 sarà per l’associazione perché prima o poi una giustizia dovrà pur esserci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...