Dicono della Pas XVIII: il parere della giunta direttiva del Collegio Professionale degli Psicologi del Costa Rica

Una traduzione da Criterio de Junta Directiva sobre el Síndrome de Alienación Parental (SAP)

(per la quale ringrazio la mia amica Giulia)

Giudizio della Giunta Direttiva sulla Sindrome di Alienazione Parentale (PAS)

La giunta direttiva del Collegio Professionale degli Psicologi del Costa Rica porta a conoscenza dei professionisti e delle professioniste in Psicologia il giudizio emesso (n. V.1.2-31-11-05-15) relativo alla Sindrome di Alienazione Parentale (PAS)

La Sindrome di Alienazione Parentale (PAS), introdotta da Gardner nel 1985, fa riferimento a un processo di manipolazione durante il quale “uno dei genitori (normalmente la madre), “sottomette” il figlio/a mettendolo contro l’altro genitore (normalmente il padre), riuscendo in questo modo ad allontanare il padre dalla vita del figlio o della figlia, fino a farlo “scomparire”, spingendo in alcuni casi il bambino o la bambina a inventare abusi sessuali da parte del padre” (Vaccaro, 2005). Gardner conia questo termine durante una causa per la tutela dei figli a seguito di un divorzio in cui lui ha l’incarico di perito.

Nell’ambito degli studi sulla salute mentale, però, la PAS non è stata riconosciuta dalle massime autorità in materia di psicologia, psichiatria e salute perché non risponde ai criteri metodologici scientifici necessari per essere accettata (INAMU, 2013). Per questo viene considerata un concetto pseudoscientifico e pertanto non può essere annoverata nella lista dei disturbi patologici dei manuali diagnostici ufficiali, come il CIE-10 (Organizzazione Mondiale della Sanità) e il DSM-5 (Associazione Americana di Psichiatria).

Escudero, Aguilar e de la Cruz (2008) concordano con autori come Vaccaro (2005) e Blanco nel sostenere che la metodologia utilizzata da Gardner per dimostrare che la PAS è una sindrome clinica, è priva di qualunque fondamento scientifico e non si basa su dati empirici.
Oltre a ciò, Escudero, Aguilar e de la Cruz (2008) mettono in guardia contro i rischi insiti nella legittimazione della PAS perché esiste una “impossibilità di discernere, usando i criteri della PAS, fra la veracità o la falsità dei “maltrattamenti/abusi sessuali/negligenza” esercitati da un padre definito come vittima”. Ciò potrebbe portare alla rivittimizzazione delle vittime di maltrattamenti o persino aumentare il rischio che subiscano nuove violenze.

Nemmeno l’uso della PAS nei processi gode dell’appoggio delle autorità competenti. Enti come l’Associazione Americana Pubblici Ministeri, la Associazione Nazionale di Giudici di Famiglia e della Gioventù degli Stati Uniti negano in modo categorico l’esistenza della PAS (INAMU, 2013).

Malgrado ciò la PAS è stata utilizzata come teoria in processi in vari paesi, per sostenere la necessità del cambio di custodia e per modificare la condotta di rifiuto di bambini e bambine rispetto a uno dei genitori.

Nonostante ciò anche lo stesso Gardner ammette che ci sono rischi nell’uso della PAS in questi processi: “A causa del sempre maggiore riconoscimento della PAS […] genitori che hanno realmente abusato dei figli sostengono che l’animosità che i figli manifestano nei loro confronti non ha nulla a che vedere con gli abusi subiti, ma sono il risultato di comportamenti dell’altro genitore riconducibili alla PAS. Ciò si sta convertendo in una prassi comune e in una manovra di distrazione da parte di genitori abusanti. Alcuni di questi genitori sono riusciti a convincere i tribunali di non aver abusato dei figli, ma che la PAS fosse responsabile dell’alienazione” (Gardner, 2004, in Escudero, Aguilar e de la Cruz, 2008).

Escudero, Aguilar e del la Cruz (2008) mettono in guardia contro la PAS sostenendo che la teoria fu costruita sulla base di false premesse e che può essere usata come minaccia per dissuadere le donne a lasciare il proprio compagno in casi di violenza di genere.

Nel nostro paese abbiamo come precedente il parere emesso nel 2013 dall’Istituto Nazionale delle Donne (INAMU) che rafforza quanto esposto qui sopra e sottolinea il rischio di legittimare l’idea che i bambini e le bambine mentono quando raccontano episodi di abuso sessuale o violenza.

In questo senso sottolineano che la PAS non considera o nega apporti di autori che sono stati pilastri della psicologia infantile e dell’adolescenza come Piaget, Vigotski, Spitz, Mhler, Klein, Anna Freud, Ainsworth, Winnicott, Bowlby, Lebovici, Ajuriaguerra, Diatkine, Anzieu, Erikson tra gli altri e le altre.

Per tutte le ragioni qui sopra esposte il CPPCR (Colegio Profesional de Psicólogos de Costa Rica) fa appello ai criteri espressi dalle massime autorità in materia di salute mentale e alle raccomandazioni dell’INAMU che non riconoscono l’esistenza della PAS come sindrome in quanto si ritiene che sia un modello teorico non scientifico prodotto in un contesto legale.

GIUNTA DIRETTIVA DEL COLLEGIO PROFESSIONALE DEGLI PSICOLOGI DEL COSTA RICA

Per approfondire:

Dicono della Pas…

Dicono della Pas II

Dicono della Pas III

Dicono della Pas IV

Dicono della Pas V

Dicono della Pas VI

Dicono della Pas VII

Dicono della Pas VIII

Dicono della Pas IX

Dicono della Pas X

Dicono della Pas XI

Dicono della Pas XII

Dicono della Pas XIII

Dicono della Pas XIV

Dicono della Pas XV

Dicono della Pas XVI

Dicono della Pas XVII

La polemica sull’esistenza dell’alienazione genitoriale diventa critica letteraria, visto che di scientifico c’è poco o niente

LaAsociación Española de Neuropsiquiatría hace la siguiente declaración en contra del uso clínico y legal del llamado Síndrome de Alienación Parental

La presunta sindrome di alienazione genitoriale – Uno strumento che perpetua il maltrattamento e la violenza

L’occultamento delle violenze sui minori: il caso della Sindrome da Alienazione Parentale

Annunci

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in affido e alienazione genitoriale, attualità, dicono della Pas, giustizia, notizie e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Dicono della Pas XVIII: il parere della giunta direttiva del Collegio Professionale degli Psicologi del Costa Rica

  1. Maura ha detto:

    Mie care amiche. Non so voi, ma io ho 61 anni. Quando ero giovane io in questo Paese le donne avevano pochissimi diritti (Adulterio femminile reato, padre capofamiglia, aborto reato, contraccezione vietata, delitto d’onore, matrimonio riparatore, violenza sessuale colpa della vittima, molte professioni interdette, picchiare la moglie, lecito, picchiare i figli, lecito, no divorzio, ecc. ecc.). L’antifemminismo, il disprezzo, il moralismo becero, il peggior cattolicesimo misogeno, erano la norma. E non c’erano molti diritti in altri campi, dal lavoro, alla scuola, non c’era sanità pubblica e così via.
    Mentre politicamente assistiamo alla cancellazione di tutti i diritti conquistati in quegli anni, Costituzione, scuola, lavoro, società, welfare, non possiamo non mettere in conto che la “rivincita” viene cercata anche sulle donne. Per tutte le deficienti oggi 20/30/40 enni che hanno ripetuto per anni “non sono femminista” Dio non voglia, per quelle che credono che ciò che hanno (libertà? ma de che?) sia per sempre, per le stronze in carriera, per gli architetto e direttore perché faccio l’architetto anche per i maschi (sic), per le porno dive contro le fighe di legno, per le antropologhe che si inventano la femminilizzazione della scuola, per tutte quelle che non se ne accorgono, a trovarci di nuovo al 1950 basta poco. E nel 1950 le donne vivevano da schifo, sentite ammè! La storia è fatta della volontà patriarcale di possedere i figli. Non curarli, educarli, prendersene cura, che queste son rotture di.
    Possederli. Pas? Anche

  2. Stefano ha detto:

    Ma questa serie continuerà fino all’allontanamento?

    • L’allontanamento di chi o di cosa?

    • Antome ha detto:

      Anch’io sono rimasto un po’ così, allontanamento de che?
      Forse intende dire l’allontanamento del padre, sai il presupposto è sempre la tesi che, dicendo che la Pas non esiste, si possa criminalizzare il padre e che l’obiettivo finale sia poterne determinare l’allontanamento a piacimento. Non credo tuttavia che significhi ciò, ovviamente diffamare uno dei due genitori senza giusta causa è tutto un altro paio di maniche (anche perchè possono farlo tanto i padri quanto l madri), mi sbaglio?
      Ciò a cui ci si oppone è quest’idea che il bambino soffra dell’allontanamento di uno dei due genitori a prescindere da che tipo di soggetto sia questo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...