Il lavaggio del cervello gender

Era il lontano 2002 quando, sul grande schermo, la Presidentessa del Consiglio della Federazione Galattica si commuoveva al discorso dell’esperimento 626, aka Stitch, che dichiarava (mentre a parecchi fra il pubblico si inumidivano gli occhi)

Questa è la mia famiglia. L’ho trovata per conto mio. È piccola e disastrata ma bella. Si, davvero bella.

lilostitch

e decideva di affidarlo alla piccola Lilo e sua sorella maggiore Nani.

Lilo e Nani: due femmine.

Se andiamo ancora indietro nel tempo, troviamo, nel lungometraggio “Il re leone”, un’altra strana coppia di genitori affidatari: Timon e Pumbaa, un suricato e un facocero – entrambi maschi – che accolgono il piccolo Simba traumatizzato dalla morte del padre Mufasa.

Simba-Timon-and-Pumba-The-Lion-King-5Io non sono una nostalgica, però lo devo ammettere: erano belli, quei tempi.

Nessuno, ma proprio nessuno degli adulti che recensiva film animati come “Il re leone” si sognava di indagare la relazione fra il facocero e il suricato o si angosciava all’idea che i bambini in sala potessero rimanere traumatizzati.

Ma andiamo ancora più indietro nel tempo. Arriviamo al 1959, l’anno de “La bella addormentata”, nel quale la piccola Aurora veniva affidata a tre svampite fatine, Flora, Fauna e Serenella.

flora-fauna-e-serenella-di-la-bella-addormentata-nel-bosco

Vi siete mai chiesti qual è il rapporto fra queste tre signore? Io, onestamente, no. E spero ardentemente che lo non abbiate mai fatto neanche voi.

A quanto pare, però, c’è chi lo fa.

adinolfiQuando il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, mise all’indice un classico della letteratura per l’infanzia come “Piccolo blu e piccolo giallo“, accusando l’opera di “propaganda gender”, ho pensato: “ora questa gente prenderà coscienza del fatto che si sta rendendo ridicola”.

E invece no. Non solo insistono, ma hanno addirittura fondato un partito, la cui principale preoccupazione sembra essere mobilitarsi contro il panda Po.

po

Io adoro il panda Po, sin dalla sua prima apparizione. Ricordo che andai al cinema quando uscì il primo episodio e i bambini erano così entusiasti che al termine del film scrosciò nella sala un lungo, spontaneo, caloroso applauso. Non mi era mai capitato di vedere la gente applaudire al cinema.

Ieri sono andata a vedere il terzo episodio e, in barba a Mario Adinolfi e i suoi adepti, non c’era una sola poltrona vuota.

Non voglio peccare di ottimismo, ma ho l’impressione che questa follia finirà presto. Non può durare.

Andate al cinema, mi raccomando!

Su famiglie e cartoni:

Anche io sono un cane!

Box Trolls

 

Advertisements

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in attualità, notizie, riflessioni, società e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Il lavaggio del cervello gender

  1. Dave Brick Pinza ha detto:

    Te ne dico un’altra…… altro argomento.
    La chiesa cattolica consigliò di proibire ai bambini l’allora seconda trilogia di Star Wars. Il loro cruccio era la scelta del lato oscuro….. parliamo anche qui di guerre stellari…. E non si rendono conto che la Bibbia è uno dei libri più violenti della storia…..

  2. Dan M ha detto:

    Andate al cinema…e intanto il film weekend ha aumentato le sale in Italia perché ha incassato parecchio in questo fine settimana…alla facciazza della CEI

  3. Primavera ha detto:

    Andrò al cinema di certo. Noi adoriamo Po….

  4. coolturaltra ha detto:

    Bhè effettivamente, non è il caso di mandare i bambini a vedere un panda ciccione che crede in un sogno, per realizzarlo va oltre il suo aspetto fisico e tenta di superare il cosidetto “limite” . E se i bambini decidessero di cambiare il mondo e renderlo migliore? Con certi esempi chi potrebbe fermarli?? Non vorremo mica davvero progredire!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...