Educazione

Dalla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul)

Articolo 14 – Educazione

1 Le Parti intraprendono, se del caso, le azioni necessarie per includere nei programmi scolastici di ogni ordine e grado dei materiali didattici su temi quali la parità tra i sessi, i ruoli di genere non stereotipati, il reciproco rispetto, la soluzione non violenta dei conflitti nei rapporti interpersonali, la violenza contro le donne basata sul genere e il diritto all’integrità personale, appropriati al livello cognitivo degli allievi.

lavagnafamiglia

Da il Secolo XIX:

Hanno mediato i Padri Scolopi, e alla fine è stato celebrato un solo funerale, che si è tenuto questo pomeriggio alle 16.30 nella chiesa dell’istituto Calasanzio a Cornigliano: qui sono state celebrate le esequie di Rosa Prete, delle figlie Martina e Giada e del marito di lei, padre delle bimbe, Mauro Agrosì. Quest’ultimo, 49 anni, poliziotto in servizio al reparto Mobile di Bolzaneto, ha sterminato la famiglia mercoledì all’alba nell’appartamento di piazza Mario Conti dove vivevano da tempo.

educazionePer chiunque creda che qui si voglia parlare della “libertà di scelta” dei familiari delle vittime in merito alle esequie dei loro cari, o del perdono in quanto fase più o meno necessaria all’elaborazione del trauma, vi dico subito, a scanso di equivoci, che non sono questi gli argomenti che mi preme trattare.

L’argomento è la funzione educativa della scelta operata dai Padri Scolopi, che hanno convinto i familiari a non mandare “un segnale molto duro” ai compagni scuola delle vittime più giovani di Mauro Agrosì, Giada e Martina.

“Un gesto importante”, un messaggio inviato a “centinaia di ragazzi”.

Ebbene, qual è questo messaggio?

Io posso fare delle ipotesi.

E spero che vogliate farne anche voi.

Io ipotizzo che il messaggio dei Padri Scolopi sia simile al messaggio inviato a suo tempo da Don Tonino, il parroco che celebrò le esequie di Luigi Alfarano, un uomo che, proprio come Mauro Agrosì, aveva sterminato la sua famiglia.

Nessuno si può permettere di fare una graduatoria di buoni e cattivi.” aveva dichiarato Don Tonino, aggiungendo che lui, “con gli occhi della fede”, era in grado di vedere l’assassino in Paradiso “con una mano che tiene la sua sposa e con l’altra abbraccia il suo bambino”.

Il messaggio potrebbe essere che ciò che conta, più di ogni altra cosa, più del diritto alla vita dei singoli individui, è l’integrità della famiglia.

L’importante è che le famiglie rimangano unite, non importa quale sia il prezzo da pagare. Non importa se il prezzo è l’umiliazione, la sofferenza fisica e psicologica di alcuni dei suoi membri, non importa se il prezzo è la vita.

Un altro messaggio potrebbe essere che fra chi uccide e chi viene ucciso non c’è nessuna differenza.

A centinaia di ragazzini potrebbe addirittura essere detto che uccidere i propri familiari è solo un’altro modo di amarli.

Che la violenza è una delle forme che assume l’amore.

Da questa vicenda potrebbero imparare che se un domani si sentiranno infelici e proveranno il desiderio di sterminare le loro famiglie allo scopo di mantenerle unite, potranno contare sulla mediazione dei Padri Scolopi, che si daranno da fare invitando la comunità tutta a partecipare commossa ad una bella celebrazione in loro onore, e chi si azzarderà a puntare il dito contro di loro, chi si azzarderà a disapprovare quanto hanno fatto, sarà a sua volta additato come privo di misericordia.

Dopo la celebrazione, probabilmente, li attenderà il paradiso.

 

Per approfondire:

Il familismo amorale

 

Advertisements

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in attualità, giustizia, notizie, riflessioni, società e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Educazione

  1. Paolo ha detto:

    io ipotizzo che le religioni sono una rovina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...