Annelise

 

(fonte dell’immagine)

Una traduzione da 19 YEAR-OLD SUES FOR DEPRIVATION OF CIVIL RIGHTS

Minnesota: una diciannovenne intenta una causa contro il padre, le contee Hennepin e Carver, gli assistenti sociali, i tutori legali e gli avvocati [coinvolti nel suo caso] chiedendo un risarcimento di $ 240 milioni per essere stata deprivata dei suoi diritti civili.

Annelise Rice, giocatrice di hockey alla UND e diplomata alla Minnetonka High School, ha sporto denunciaa il 17 marzo 2017 presso il tribunale federale del Minnesota, sostenendo che i suoi diritti civili sarebbero stati violati dal pedestre intervento delle istituzioni, le quali avrebbero abusato del proprio potere, nella relazione madre-figlia. (azione civile n. 17-cv-796 ADM / HB).

Il padre di Annelise, Brent Rice, direttore della filiale alla Merrill Lynch di Wayzata, è un imputato nella causa. I dipendenti della contea di Hennepin (Michael Borowiak, Jolene Lukanen, Michael Garelick, Richard Witucki, Judith Hoy, Jean Peterson) e Carver County (Nicole Mercil, Bethany Koch, Sarah Kulesa, Brenda K. Dehmer, Carole Cole) e l’avvocato di Brent Rice, Cory D. Gilmer, sono elencati tra i diciotto dei convenuti. Gli imputati comprendono anche i tutori legali appartenenti alla Corte, gli assistenti sociali e gli avvocati che sono stati coinvolti nella valutazione della causa per l’affido e nei procedimenti CHIPS (Child in Need of Protection or Services) per Annelise Rice. I procedimenti sono iniziati nella contea di Hennepin e sono stati trasferiti alla contea di Carver quando la famiglia si è trasferita.

I giudici, gli avvocati e gli assistenti sociali non godono più di un’immunità assoluta e possono essere ritenuti responsabili delle azioni che danneggiano i diritti costituzionali, anche se compiute nell’esercizio delle loro funzioni.

Questo caso è estremamente insolito a causa della grande quantità di imputati coinvolti. L’accusa è di aver cospirato per negare ad Annelise di essere ascoltata in tribunale e di averle deliberatamente inflitto un disturbo emotivo mentre era ancora minore; gli accusati avrebbero interferito con il diritto costituzionale di Annelise ad un rapporto con la madre e quattro fratelli, provocando enorme stress e difficoltà.

Annelise chiede al tribunale un importo sufficiente a dissuadere gli imputati e chiunque operi in posizioni analoghe dall’impegnarsi in futuro in questa violenta condotta. Molti casi di negligenza da parte dei servizi sociali hanno messo a rischio giovani vite. I servizi sociali, i tutori legali, gli avvocati e i giudici devono essere considerati responsabili per evitare ulteriori negligenze, abusi e morte dei bambini posti sotto la protezione delle istituzioni. Questa causa potrebbe trasformarsi in una class action, a causa della gran quantità di famiglie che sono state maltrattate in questo modo.

Dalla nota di The Women’s Coalition:

La mamma di Annelise, Caroline, è passata dall’essere una madre a tempo pieno a perdere la custodia dei suoi cinque figli. Quando il padre ha deciso di portare via i ragazzi alla sua ex, sono entrati in gioco i funzionari del Tribunale, guidati dal giudice Richard Perkins, che l’hanno reso possibile. Il padre ha ottenuto l’affido esclusivo, anche se i bambini avevano testimoniato di aver subito terribili abusi fisici da parte sua.

Ad un certo punto, Annelise è scappata da suo padre ed è fuggita in Canada con sua madre, ma sono state catturate e Caroline messa in prigione. Caroline è stata imprigionata tre volte nel corso dei suoi molti tentativi di proteggere i suoi figli ed è stata tormentata affinché desistesse.

Il giudice Perkins ha presieduto la causa di Caroline per “rapimento”, un chiaro conflitto di interessi, e lei, non sorprendentemente, è stato condannata. Ma il tribunale di appello ha annullato la sentenza, citando [nella motivazione] la manipolazione del caso da parte del giudice Perkins, inclusa l’esclusione delle prove degli abusi compiuti dal padre. Così c’è stato un giusto processo per Caroline a livello di appello, il che è inusuale.

Per approfondire:

la testimonianza di Lauren Elizabeth Rice, sorella di Annelise

l’appello di The Women’s Coalition all’Onu.

la Battered Mothers Custody Conference che ha avuto luogo ad Albany nel 2016

il caso Tsimhoni, per il quale la Giudice Lisa Gorcyca è stata giudicata colpevole di cattiva condotta professionale

 

Annunci

Informazioni su il ricciocorno schiattoso

Il ricciocorno schiattoso si dice sia stato avvistato in Svezia da persone assolutamente inattendibili, ma nonostante ciò non è famoso come Nessie.
Questa voce è stata pubblicata in affido e alienazione genitoriale, giustizia, notizie, riflessioni, società e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...